REGGIO EMILIA – Altissimo e maestoso, è arrivato sul sagrato della Chiesa di San Pietro l’abete di Natale. Addobbato con palle e festoni grazie all’impegno di Daniela Bondavalli, parrocchiana di San Pietro che ha donato tutte le decorazioni, coadiuvata dai ragazzi di EtaBeta, attende solo di essere acceso, sabato 14 dicembre dopo il tradizionale Concerto di Natale Canto per il MIRE, Associazione Maternità Infanzia di Reggio Emilia, in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia e Curare Onlus. L’appuntamento è alle ore 20 nella Chiesa di San Pietro, con il Coro della Scuola Steiner – Waldorf “Dodecaedro” di Reggio Emilia (direttore Carolina Cabassi), il Coro di voci bianche dell’Istituto Superiore di Studi Musicali di Reggio Emilia e Castelnuovo ne’ Monti “Achille Peri – Claudio Merulo” (direttore Daniela Veronesi), l’Orchestra giovanile “Florestano” dell’Istituto Superiore di Studi Musicali di Reggio Emilia e Castelnuovo ne’ Monti “Achille Peri – Claudio Merulo” (direttore Gabrielangela Spaggiari).
Le musiche saranno di J. Brahms, C. Saint-Saëns, C. Sevardi, D. Shostakovich, A Vivaldi, e canti natalizi tradizionali. Il concerto è a offerta libera, il ricavato andrà devoluto al MIRE.

Daniela Bondavalli al termine dell’allestimento dell’abete di San Pietro