REGGIO EMILIA – Martedì 10 dicembre si è svolta, nella bellissima cornice del Salone del Capitano del Popolo all’interno dell’Hotel Posta, l’annuale cena per celebrare il Soroptimist Day. Il Club di Reggio si è ritrovato con amici e amiche per festeggiare la giornata più importante dell’anno, celebrata da tutti i Club del mondo. Il Soroptimist Day  coincide con l’anniversario della “Dichiarazione Universale dei diritti umani” firmata nel 1948 e chiude i sedici giorni di mobilitazione della campagna “Orange the world. Decido io”. Come ogni anno le offerte raccolte durante la cena saranno devolute ad un progetto importante. Quest’anno la scelta dei Club Italiani ricade sula Fondazione Corti, che opera in Uganda. L’obiettivo di Fondazione Corti è permettere ai più bisognosi – donne, bambini, poveri e chi soffre di malattie croniche – di trovare cure mediche accessibili presso il St. Mary’s Hospital Lacor. Nella stessa serata è stato presentato dalla Presidente Chiara Davoli il progetto del Club di Reggio Emilia. Anche quest’anno Soroptimist sarà al fianco dell’associazione Nondasola, realtà quasi ventennale che opera attivamente nel territorio della Provincia di Reggio Emilia. In particolare è stato presentato il progetto “In punta di spilla” atto all’avviamento al lavoro di donne vittime di violenza.