Casa Bettola ha preparato delle cassette per nutrire la fiducia reciproca e alimentare la fantasia collettiva.

Dalla lora pagina facebook scrivono: “Per prenderci cura di noi e i nostri quartieri e creare condomini solidali al tempo della crisi che stiamo vivendo. Nei prossimi giorni le distribuiremo sul territorio. 

Libri da leggere per viaggiare anche in un momento in cui non possiamo andare lontano. Matite, pastelli e penarelli con cui raccontare questo momento e immaginare un domani diverso. Giochi per iniziare a vivere gli spazi comuni tra i nostri palazzi, partendo dalle cose più semplici come la corda per saltare in strada o i gessetti con cui disegnare nel cortile. 

Abbiamo acquistato il materiale nella cartoleria del quartiere per sostenere i negozi di prossimità in questo momento difficile, utilizzando i fondi ricavati dalla vendita del libro che racconta la storia di Casa Bettola. I libri per l’infanzia vengono dalla preziosa partecipazione di Edizioni Libre e la Piccola Biblioteca Comune di Casa Bettola.

Di solito verso la fine di maggio ci troviamo nelle vie e nei parchi del territorio per la festa Quartiere Senza Frontiere. Quest’anno non sarà possibile. Con questa cassetta vogliamo dire che il distanziamento fisico non significa distacco sociale e che possiamo trovare tanti modi per esserci vicini. 

Speriamo di poterci trovare presto a Casa Bettola, che vuole essere la casa di tutte e tutti noi. Uno spazio di condivisione e scambio dove fare incontrare bisogni e risorse, desideri e possibilità.”

Rafforziamo il sistema comunitario!