Di Isabella Trovato

Foto d’archivio

Il Prefetto di Reggio Iolanda Rolli dispone il rafforzamento della consueta attività di controllo di persone ed esercizi commerciali, con particolare attenzione alle zone interessate da fenomeni di maggiore aggregazione tra le persone, specie tra i giovani. Controlli anche davanti agli Istituti di istruzione superiore e nei maggiori punti di snodo del trasporto pubblico locale.
La decisione del Prefetto è emersa ieri nel corso della riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, nell’ambito della quale sono stati esaminati i dati sull’andamento della diffusione epidemica nella provincia di Reggio Emilia.

In particolare, sono state valutate le criticità nel capoluogo, nel centro storico e nelle altre aree interessate da fenomeni di aggregazione ed è stata definita una mappatura delle aree critiche dedicate alla movida che sono già oggetto di attenzione da parte delle Forze di Polizia ogni fine settimana. Il Prefetto invita i cittadini a interiorizzare, scrive, le regole che da mesi ci vengono indicate.
Alla riunione hanno partecipato, oltre che al Presidente della Provincia, al Vicesindaco di Reggio Emilia, al Vicario del Questore ed ai Comandanti Provinciali dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, dei Vigili del Fuoco, anche il Responsabile della Protezione Civile Manenti e il Direttore Sanitario Natalini.