Con buone conoscenze informatiche, un 33enne straniero originario del Camerun, residente a Milano, ha acquistato soggiorni in hotel di lusso nel capoluogo lombardo. Ma lo ha fatto decodificando le credenziali della carta di credito di un modenese di 32 anni, il quale si è rivolto ai carabinieri di Correggio per denunciare i fatti. L’hacker ha soggiornato in hotel per una spesa di 1.500 euro, prenotando oltretutto con un documento falso. Gli acquisti erano stati effettuati attraverso una piattaforma internet. Ma in un’occasione, l’albergatore ha richiesto l’intervento delle forze dell’ordine per verificare alcune anomalie al momento del pagamento. E si è scoperto anche il documento falso. Il 33enne africano è stato denunciato dai carabinieri di Correggio per sostituzione di persona, indebito utilizzo di carta di credito e uso di documenti falsi.