“L’orientamento della Conferenza delle Regioni è di richiedere di prorogare il decreto legge che vieta gli spostamenti da una Regione all’altra, anche per la zona gialla”. Con queste parole il Presidente Stefano Bonaccini a margine della Conferenza delle Regioni anticipa la posizione sostenuta anche dai ministri della Salute Roberto Speranza e degli Affari regionali Francesco Boccia per contrastare il diffondersi del contagio.

“Nelle prossime ore  – ha continuato il governatore – comunicherò tale orientamento al ministro Francesco Boccia che aveva chiesto il nostro parere nel corso dell’ultima Conferenza Stato-Regioni, oltre che al Presidente del Consiglio incaricato, Mario Draghi. Al nuovo Governo chiederemo poi un incontro per una discussione a 360 gradi sul nuovo DPCM, per valutare le possibili graduali riaperture di alcune attività nel rispetto di tutti i protocolli di prevenzione”.

Potrebbe arrivare già domani, in un Consiglio dei ministri ad hoc, il decreto legge per prorogare il blocco degli spostamenti tra le Regioni.

Il Cdm non è ancora convocato ma potrebbe tenersi una volta sentito il premier incaricato Mario Draghi. Lo stop agli spostamenti anche tra Regioni gialle è in vigore fino al 15 febbraio ma potrebbe essere protratto fino al 5 marzo, quando scade il dpcm con le misure anti contagio.

Nella Conferenza delle Regioni, è emersa anche la richiesta di valutare possibili e graduali riaperture di attività con ingressi contingentati nei cinema, palestre e teatri e sempre osservando rigidi protocolli anti contagio per la prevenzione.