Si trovavano liberi dal servizio nei pressi di un locale pubblico di Sant’Ilario d’Enza quando hanno notato un giovane, noto agli stessi militari per essere assuntore di stupefacenti, che uscito di casa saliva a bordo di un’autovettura condotta da un amico. Insospettiti i militari lo hanno seguito fino alla periferia del paese, ai confini con il comune di Campegine, dove l’auto con a bordo il giovane si fermava in parcheggio.

I due scendevano dall’auto recandosi in un vicino parco dove venivano raggiunti dai militari. Alla vista degli operanti, subito qualificatisi quali carabinieri, colui che conduceva l’autovettura, poi identificato in un operaio incensurato 35enne di Castelnovo Sotto, si disfaceva di un involucro gettandolo tra le siepi. Il gesto per quanto rapido non passava inosservato ai militari che recuperato l’involucro accertavano essere sostanza stupefacente del tipo hascisc per un peso di circa una decina di grammi.

Nulla di illecito veniva rinvenuto in disponibilità dell’amico di Sant’Ilario d’Enza. I due venivano condotti in caserma per gli ulteriori accertamenti.

I militari procedevano a dar corso alla perquisizione dell’autovettura del 35enne e successivamente all’abitazione dell’uomo. Nel garage dell’abitazione i militari trovavano una valigetta contenente un pacchetto di sigarette con 1 grammo di hascisc e  un altro pacchetto di sigarette con 4 dosi dello stesso stupefacente del peso complessivo di circa 3 grammi. Insieme ai pacchetti anche  vario materiale per il confezionamento costituito da brandelli di cellophane dello stesso tipo di quello dove era confezionato lo stupefacente.

L’insospettabile, in quanto incensurato, 35enne alla luce delle risultanze dei controlli veniva denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.