CASTELNOVO MONTI – Nei giorni scorsi diversi cittadini hanno segnalato al Sindaco di Castelnovo, Enrico Bini, diversi problemi di disturbo della quiete pubblica e decoro urbano, seguiti all’allentamento delle misure contro la pandemia e al prolungamento del coprifuoco.
“Abbiamo deciso di prendere in mano la situazione e innalzare il livello di attenzione – afferma lo stesso Bini – per dare risposta a numerosi cittadini esasperati, in particolare di alcune zone del centro dove hanno constatato problemi reali che mi hanno evidenziato. Nella giornata di mercoledì abbiamo partecipato all’incontro del Comitato per l’Ordine Pubblico e la Sicurezza, in Prefettura, e abbiamo concordato una maggiore presenza delle Forze dell’Ordine nelle ore serali e notturne, specie del fine settimana, per aumentare i controlli.

Faccio un appello ai gestori dei locali, ma anche ai titolari di negozi e supermercati: ci sono state segnalate intemperanze da parte di ragazzi minorenni, apparentemente in condizioni alterate. Non vorrei dover ricordare che la vendita di alcolici e superalcolici a ragazzi minorenni, si tratta di un reato: anche su questo aumenteremo i controlli e nel caso in cui siano riscontrati episodi del genere, saremo inflessibili. Ho chiesto un incontro, che si terrà venerdì, proprio con i gestori di bar e locali per chiedere prima di tutto la loro collaborazione”. Prosegue Bini:

Non intendiamo infatti puntare esclusivamente su strumenti repressivi, vorremmo poter dare risposte nel segno della prevenzione e del dialogo. Anche per questo ripartirà il progetto degli Operatori di strada, in collaborazione con il settore Politiche Giovanili dell’Unione Appennino. Gli operatori saranno presenti in paese negli orari serali e notturni per cercare di capire i ragazzi, le loro esigenze e le loro difficoltà, semplicemente per ascoltarli. Sarà aperta anche una sede del servizio in piazza Peretti. Vogliamo conciliare da una parte il diritto alla tranquillità di chi è disturbato da urla, schiamazzi, a volte anche risse, e spesso si ritrova al mattino cortili e passaggi pubblici insozzati e impresentabili, e dall’altra il diritto dei ragazzi di divertirsi, ma in modo sano ed equilibrato. Sappiamo che stanno uscendo da un lungo e difficilissimo periodo di limitazioni, ma eccessi come quelli segnalati vanno oltre il comprensibile desiderio di spensieratezza e svago. Per di più, cerchiamo di promuovere Castelnovo come località turistica, e per farlo dobbiamo mantenere il paese in condizioni decorose”.