Rendering Capannone 17 – Ex Reggiane

Con una modifica dell’oggetto sociale la società Stu Reggiane, per il 70% partecipata dal comune di reggio emilia e per il 30 da Iren, estende le sue funzioni dall’area delle ex reggiane a tutta l’area comunale. La partecipata creata ad hoc per la riqualificazione delle ex officine e del campo innovazione nel quartiere santa croce sarà dunque incaricata di coordinare e gestire progetti di riqualificazione urbana anche in altre zone della città.

Il consiglio comunale ne ha approvato la modifica dell’oggetto sociale, con priorità agli interventi già in essere nella periferia della stazione. Di fatto l’azienda si attesta come guida in tutti i progetti di modifica urbana, sia in termini edilizi che di catalizzatore di investimenti, come già accaduto con SilkFaw in cui la stessa azienda che ha realizzato il tecnopolo e i progetti di ristrutturazione delle ex officine ha avuto un ruolo fondamentale nell’individuazione dell’interesse privato sull’area. La zona delle ex reggiane resta la priorità, ma da oggi con l’approvazione in consiglio comunale di questa modifica, il suo compito è di estendere le funzioni a tutto il quartiere e a tutta la città anche in termini di promozione della rigenerazione urbana.