Una bandiera tricolore originale con lo stemma di Casa Savoia è stata donata da Lorenzo Zanichelli, ristoratore di Parma, al Comune di Brescello, per essere conservato nel museo di Peppone e don Camillo. La bandiera è stata rinvenuta in un baule, donato dalla nipote di un medico del regio esercito, in servizio nella guerra d’Etiopia del 1935. Per ricordare il padre Romeo e il nonno Alberto, entrambi agricoltori originari di Brescello, Zanichelli ha deciso di consegnarla al paese reggiano. E la scelta di Brescello non è casuale.

Quel tricolore, infatti, è quello della celebre novella di Giovannino Guareschi e della scena del film “Don Camillo”, del 1952, che propone il funerale della maestra Cristina, che prima di morire raccoglie al capezzale il curato del paese, Don Camillo, e l’ex alunno Peppone, con la richiesta che sulla bara sia deposta la bandiera di Casa Savoia: un momento del racconto e del film tra i più amati dagli appassionati, dato che rappresenta al meglio l’umanità dei suoi personaggi. La bandiera è stata consegnata al sindaco Elena Benassi, al presidente dell’Unione ufficiali in congedo, Fabio Zani, alla presenza dei carabinieri.