di Antonio Lecci

Slitta a ottobre la data prevista per la fine dei lavori di sistemazione e messa in sicurezza del ponte sul Po tra Guastalla e Dosolo, per un costo di 3,8 milioni di euro. In teoria l’intervento, affidato a settembre, avrebbe dovuto concludersi a fine giugno, come recita il cartello di cantiere esposto sul ponte. E ora la Provincia conferma il ritardo nella tabella di marcia, segnalando come la piena autunnale abbia impedito la prosecuzione dell’intervento per diverse settimane. Il nuovo termine di ultimazione dei lavori è dunque slittato a inizio ottobre.

E la seconda fase del cantiere, che interesserà pure la sede stradale, sempre secondo la Provincia di Reggio, dovrebbe partire entro i primi dieci giorni di agosto. Va detto che a febbraio, dopo che i lavori erano già ripresi dopo l’allagamento, la stessa Provincia aveva annunciato l’avvio della seconda fase dell’intervento “tra un paio di mesi”, ipotizzando dunque l’intervento sulla strada da aprile, massimo a maggio. Invece, pur in assenza di piene del Po, questi lavori non inizieranno se non in agosto. In questa seconda fase i lavori interesseranno anche la strada, ma si sta organizzando l’intervento in modo da non interrompere il traffico, che sarà invece regolato a senso unico alternato.