Foto nella pagina di Andrea Mazzoni

REGGIO EMILIA – Hanno cantato, danzato, recitato, ascoltato musica. Hanno realizzato scene, cucito costumi, hanno fatto prove luci, hanno visitato gli angoli segreti del Teatro. Hanno pranzato in tavolini da due, circondati dalla bellezza della Sala Gialla e della Sala Azzurra, hanno cantato l’aria della Regina della Notte e quella di Figaro, hanno smanacciato copioni, imparato a memoria le battute, hanno disegnato bozzetti.

“Estate in scena”, che si è appena concluso, è stato il primo campo scuola per bambini dai 6 agli 11 anni, progettato dalla Fondazione I Teatri in collaborazione progettuale con Officina Educativa, MaMiMò, Fondazione Nazionale della Danza Aterballetto e Pause Atelier dei Sapori. Per due settimane 40 bambini, hanno trasformato il Ridotto del Valli e il Teatro Ariosto in due delle Sale Prove più allegre e divertenti di cui si abbia memoria. Con le docenti Alessandra Angiolani, Luca Cattani , Lisa Gallotta, un nutrito team di educatori di Officina Educativa e i tecnici del Teatro, i bambini hanno compiuto un viaggio veramente speciale tra le magie del teatro e del dietro le quinte.

Fino al “debutto” in scena e al diploma conseguito da tutti, bravissimi,  divenuti veri e propri “esperti in teatro”.