Andrea Guerrieri, presidente Unione CNA Benessere e Sanità

CNA Benessere e Sanità in collaborazione con AIMA Associazione Italiana Malattia Alzheimer Reggio Emilia è promotore di un progetto pilota sperimentale, il primo in Emilia Romagna, di offerta di servizi di acconciatura ed estetica alle persone con demenza.

Il progetto promuove tra gli associati di CNA Benessere e Sanità l’adesione a una lista di aziende disponibili ad offrire, alle persone con demenza e ai loro familiari, servizi di acconciatura e/o estetica presso i propri centri in situazione protetta, oppure a domicilio nei casi in cui la persona con demenza e il caregiver non possano, per diverse ragioni, spostarsi.

I benefici che derivano dai trattamenti di bellezza aiutano il malato a non percepirsi come tale; lo scopo è quello di un approccio olistico che pone al centro il concetto di salute globale della persona inteso come benessere fisico, psicologico e sociale.

Le aziende che hanno già dato disponibilità al progetto sono una ventina e parteciperanno, lunedì 18 ottobre, a un primo momento di informazione – formazione online con l’associazione Aima.

“Questo progetto promosso da CNA ed AIMA, che da 24 anni si occupa del benessere delle persone con demenza e dei loro familiari in provincia di Reggio Emilia – spiega Andrea Guerrieri, presidente mestiere acconciatori e coordinatore presidente Unione CNA Benessere e Sanità – costituisce una bella opportunità per le aziende di aderire ad un’iniziativa che valorizza l’economia sociale e promuove l’inclusione sul nostro territorio, trasmette valori sociali, educa la comunità alla partecipazione attiva e alla responsabilità condivisa”.

“Molti professionisti hanno già acquisito negli anni capacità e competenze a gestire situazioni particolari nella propria attività quotidiana – conclude Guerrieri – maturando una sensibilità particolare verso persone che possono avere, a vario titolo, difficoltà. Il momento formativo che abbiamo organizzato è tuttavia importante per conoscere nello specifico le problematiche legate alla demenza. Trattandosi di un progetto pilota, l’obiettivo ultimo, oltre a coinvolgere il maggior numero di imprese possibili, è estendere la nostra esperienza alle altre province della regione e dell’Italia”.

Le aziende interessate a partecipare al progetto possono rivolgersi a CNA Benessere e Sanità, rif. Teresa Salvino, tel. 0522 356395 – [email protected]