Don Gino Benevelli con Don Alcide Pecorari
Don Gino con i ragazzi della Parrocchia di San Pietro

E’ morto all’una della scorsa notte Don Gino Benevelli, era ricoverato da qualche giorno al Santa Maria Nuova dopo che sabato aveva accusato un malore a causa di un’emorragia cerebrale.

Il sacerdote 91enne, che da qualche anno collaborava con la parrocchia di San Pietro, era stato ordinato il 23 giugno 1957, dal vescovo Beniamino Socche. Insieme a lui quel giorno furono ordinati sacerdoti Amos Barigazzi, Valerio Beneventi, Lorenzo Gandini, Gianni Lasagni, Paolo Lucenti, Antonio Maccaferri, e Alcide Pecorari.

Un riferimento per i giovani della parrocchia che amava come suoi figli – racconta una parrocchiana di San Pietro – li ha formati e cresciuti, condividendo con loro, fino alla settimana scorsa, incontri online, scritti, lettere di incoraggiamento e di stima per tutti e per ciascuno singolarmente. Era come il Don Bosco di San Pietro”.

Tante le parrocchie e realtà che hanno potuto beneficiare dell’opera pastorale di don Gino, da Villa Sesso a Cavriago, Montalto, San Luigi, Sant’Alberto, San Pio X, l’unità pastorale di Pieve, poi l’Osea, gli Artigianelli e la scuola media Fermi, dove don Gino è stato segretario.

La salma di don Gino è ricomposta presso la chiesa cittadina di San Pietro a Reggio dove alle ore 21 di mercoledì 10 novembre verrà recitato il santo Rosario. La celebrazione delle esequie si terrà giovedì 11 novembre alle ore 14.30 nella stessa chiesa di San Pietro; la santa Messa sarà presieduta dal Vicario generale della Diocesi monsignor Alberto Nicelli.