Si trovava a bordo del treno regionale che da Parma avrebbe dovuto condurla a Brescello quando si è imbattuta in un molestatore che l’ha importunata toccandola e cercando di baciarla.

Per questi fatti i carabinieri della stazione di Brescello, a cui la ragazza ha formalizzato la denuncia, con l’accusa di violenza sessuale hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia un 20enne tunisino in Italia senza fissa dimora.

I fatti risalgono alla sera dell’11 novembre scorso. La vittima, una 19enne di Brescello, al termine di un pomeriggio trascorso a Parma alle 21 ha preso il treno da Parma per Brescello. Salita a bordo, insieme ad un’amica, prendeva posto nei sedili posteriori e sin da subito veniva importunata da un ragazzo straniero che per due volte le strusciava la mano sulla gamba. Spostatasi in altro sedile veniva raggiunta dallo sconosciuto che improvvisamente provava a baciarla sul collo e sulla bocca.

Respinto con decisione dalla ragazza il molestatore andava ben oltre toccandole le gambe e il sedere per poi darsi alla fuga, approfittando della fermata ferroviaria alla stazione di Lentigione di Brescello. La ragazza quindi si presentava ai carabinieri di Brescello formalizzando la denuncia. I carabinieri del paese avviavano le indagini e, grazie anche alle testimonianze di alcune persone presenti sul treno, indirizzavano le attenzioni investigative sull’odierno indagato. A carico del 20enne venivano acquisti incontrovertibili elementi di responsabilità, tra cui l’univoco riconoscimento da parte della vittima, motivo per cui il 20enne veniva denunciato per violenza sessuale.