I carabinieri della stazione di Brescello effettuavano, nella giornata di ieri 27 novembre l’accompagnamento coatto di un cittadino albanese 42enne abitante a Brescello dove era sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione giornaliera ai carabinieri del paese. L’uomo, rintracciato dai carabinieri nella propria abitazione di Brescello, veniva accompagnato all’aeroporto internazionale di Milano Malpensa per essere poi estradato in Albania suo paese di origine, in linea a quanto disposto dalla Corte d’Appello di Bologna – Prima Sezione Penale – con provvedimento di estradizione emesso l’11 novembre scorso e trasmesso ai carabinieri di Brescello per l’esecuzione.

L’uomo è stato consegnandolo alla polizia di frontiera per essere poi imbarcato su un volo per Tirana. In Albania dovrà scontare un anno di reclusione in relazione ai reati di furto aggravato e simulazione di reato; reati commessi in Albania nel 2013 per i quali il Ministero della Giustizia ha deciso l’estradizione.