di Nicola Zinelli

Foto AC Reggiana

Una Reggiana svagata e imprecisa si complica la vita contro l’ultima in classifica e alla fine riesce a portare a casa un pareggio che, ad un certo punto dell’incontro, sembrava irraggiungibile. Rossi e compagni, nonostante una partita non eccellente, hanno creato diverse opportunità da rete e hanno dimostrato di avere carattere riuscendo a raggiungere la Viterbese e sfiorando a fine partita addirittura la vittoria. Ora i granata sono stati raggiunti in testa alla classifica dal Modena che ha strapazzato la malcapitata Pistoiese (6 a 1 il risultato finale). Per i gialloblù modenesi è l’ottava vittoria consecutiva.

Per la partita odierna il tecnico Diana, squalificato per la seconda volta per bestemmia e sostituito in panchina dal vice Baresi, non dispone dei lungodegenti Del Pinto, Laezza, Rozzio e Venturi e dello squalificato Cigarini. La formazione iniziale è: Voltolini; Luciani, Camigliano e Cauz; Guglielmotti, Rossi, Sciaudone, Radrezza e Neglia; Scappini e Zamparo.

Il primo tempo inizia con una Reggiana disattenta che rischia di prendere subito gol al 7° minuto su tiro di Calcagno che colpisce il palo. Radrezza e compagni reagiscono e prendono il possesso del centrocampo faticando a trovare varchi. Al 16° Rossi batte un corner, Zamparo colpisce la sfera che termina di poco alto sopra la traversa. Ancora su calcio d’angolo (8 nei primi 25 minuti) per altre due volte Zamparo si rende pericoloso senza centrare la porta. Al 32° Cauz perde la palla al limite dell’area, Volpicelli tira e Voltolini si oppone, sulla ribattuta la sfera finisce sui piedi di Iuliano che insacca indisturbato. La Reggiana fatica a reagire e si innervosisce con l’arbitro che fstica a tenere in pugno il match. Al 45° Scappini, su perfetto lancio di Rossi, sfiora un gol che sarebbe stato memorabile, ma il suo tiro al volo termina sul palo.

Ad inizio secondo tempo è ancora la Viterbese a sfiorare il gol con Volpe. Baresi cambia modulo inserendo Contessa e Lanini, ma è la Viterbese a fare male raddoppiando grazie ad un contropiede ben orchestrato con Volpicelli che trova libero Megelaitis il quale trafigge Voltolini. La Reggiana accusa il colpo e non riesce a rendersi pericolosa, la prima sconfitta in campionato sembra sempre più vicina. È Lanini a riaccendere le speranze trafiggendo Daga con un colpo di testa su corner calciato da Contessa. Poi è Muroni a sfiorare il palo con un tiro da fuori. La Reggiana c’è ed è viva. Il pareggio si materializza con un colpo di tesa di Sorrentino sembre da calcio d’angolo (alla fine si conteranno 15 corner a 0). Quando sembra che i granata possano ribaltare il match, anch il pubblico ci crede e spinge la squadra, arriva l’incredibile doccia fredda. Contessa si complica la vita passando la sfera verso Voltolini, Adopo la intercetta ma il portiere granata lo blocca. Il pallone finisce a Contessa che però non rinvia (su di lui viene commesso fallo, non fischiato dall’arbitro) e la sfera arriva a Pavlev che viene steso da Voltolini.

Il rigore lo calcia Volpicelli che realizza spiazzando il numero 1 granata. La Reggiana non mollo e si butta tutta in avanti, Radrezza calcia da fuori ma Daga respinge. Sulla ribattuta Zamparo segna ma è in fuorigioco. Sul Città del Tricolore aleggia di nuovo la sensazione della prima sconfitta. Al 3° Zamparo viene atterrato in area dall’ex Martinelli: è rigore. È lo stesso Zamparo che lo calcia e spiazza il portiere ospite. Ma non è finita qui, perché i granata, in pieno recupero, vanno vicini al gol della vittoria con Sorrentino, ma Daga respinge il suo tiro. Finisce questa incredibile partita con il risultato di 3 a 3.

Domenica prossima la Reggiana ospiterà la Fermana al Città del Tricolore alle ore 14.30.

Forza Reggiana!

Tabellino

AC REGGIANA                   3

VITERBESE                         3

MARCATORI: Juliano Ongilio (V) al 33’ pt, Megelaitis (V) al 12’ st, Lanini (R) al 27’ st, Sorrentino (R) al 31’ st, Murilo (V) al 33’ st (rig.) e Zamparo (R) al 39’ st (rig.).

AC REGGIANA: Voltolini, Rossi, Camigliano, Scappini (dal 8’ st Lanini), Neglia (dal 24’ st Sorrentino), Luciani (dal 16’ st Muroni), Radrezza, Zamparo, Cauz, Guglielmotti (dal 24’ st Libutti), Sciaudone (dal 8’ st Contessa).

A disposizione: Marconi, Chiesa, Anastasio, Cremonesi, Russo.

Allenatore: sig. Alessio Baresi.

VITERBESE: Daga, Urso, Juliano Ongilio (dal 31’ st Martinelli), Volpicelli (dal 43’ st Capanni Dias), Mendes Murilo, D’Ambrosio, Pavlev, Volpe (dal 43’ st Foglia), Calcagni (dal 43’ st Ndary), Marenco, Megelaitis.

A disposizione: Bisogno, Fracassini, Simonelli, Ricchi, Zanon, Tassi, Van Der Velden.

Allenatore: sig. Francesco Punzi.

DIRETTORE DI GARA: sig. Michele Di Cairano di Ariano Irpino con Assistenti il sig. Tomasello Andulajevic di Messina e il sig. Emilio Micalizzi di Palermo; IV ufficiale di gara: sig. Andrea Bordin di Bassano del Grappa (VI).

NOTE: Ammoniti: Murilo (V), Ndary (V), D’Ambrosio (V), Daga (V), Martinelli (V). Calci d’angolo 14 – 0.