di Antonio Lecci

Vittorio Altomani (foto pagina Rotary Club Guastalla)

Una malattia ha stroncato a 71 anni di età il dottor Vittorio Altomani, medico chirurgo, già attivo negli ospedali di Reggio e Montecchio, per poi occuparsi di attività medica e dirigenziale nel Lazio, arrivando perfino a guidare il 118 di Roma nel 2000, anno del Giubileo. Era stato pure impegnato come dirigente responsabile di servizi sanitari a Rieti e Viterbo.

Il dottor Altomani abitava a Guastalla. Faceva parte di una famiglia molto nota nella Bassa, che in passato aveva gestito la storica fornace al Baccanello. Da sempre socio del Rotary Club, lo scorso luglio era stato nominato presidente del club guastallese, così come lo era stato il padre Pietro tra il 1958 e il 1961.

I funerali si sono svolti a Guastalla, in forma strettamente privata. Lascia nel lutto la moglie Antonella Ferrari, i figli Pietro e Chiara e altri parenti. Anche il Rotary Club di Guastalla ha espresso profondo cordoglio per la scomparsa del socio e presidente.