di Antonio Lecci

La legge è a favore di Ilaria Sassone, la mamma di Novellara che chiede di poter rientrare in Italia col figlio Leonardo, dopo che l’ex compagno quasi due anni fa ha portato illecitamente il bimbo in Turchia, dove lui vive. Le sentenze sono favorevoli alla mamma reggiana, ma la legge locale non prevede esecutività di una sentenza fino a quanto non diventa definitiva, al termine dei vari gradi di giudizio. Per accelerare l’iter della vicenda della mamma di Novellara, la politica potrebbe intervenire cercando di sollecitare la conclusione del procedimento giudiziario.

Finora gli interventi politici non hanno avuto effetti positivi sulla vicenda. Ma dopo che la stessa è stata rilanciata dal punto di vista mediatico, la parlamentare reggiana Antonella Incerti, che un anno fa si era interessata alla questione, ha incontrato il sottosegretario agli Esteri, l’on. Marina Sereni, la quale si è impegnata a tenere attivata l’ambasciata ad Ankara, il consolato di Izmir e l’Autorità Centrale del Ministero della Giustizia, affinché sia applicata al più presto la sentenza, permettendo a un cittadino italiano di tornare nel proprio Paese.