Questa settimana doppio appuntamento al Palazzo dei Musei con i segreti della fotografia. Domani, giovedì 16 dicembre, alle 17, con l’incontro “Photo affection. La dagherrotipia e l’invenzione del fotografico”, Daniele Meglioli ripercorrerà le tappe principali di un percorso fatto di tentativi ed errori che, grazie alle intuizioni di Daguerre, avrebbe realizzato uno dei grandi sogni dell’umanità: poter catturare e fissare in automatico la realtà. 

Sabato 18 dicembre, alle 11, appuntamento con  Ilaria Campioli, curatrice della sezione di fotografia di Palazzo dei Musei, che nell’incontro “Photo affection, Off Camera: la fotografia senza fotografia”, approfondirà il tema della fotografia Off Camera, cioè  immagini ottenute senza l’utilizzo della macchina fotografica, grazie a processi chimici, fisici e manipolatori. Queste immagini, svincolate dalla descrizione della realtà, rivelano l’intima materialità del mezzo stesso e la tangibilità del gesto che le ha prodotte. Il percorso si snoderà attraverso il lavoro di autori che si sono interrogati sulla materia che costituisce la fotografia rivelando la sostanza dell’immagine e il suo metabolismo. Tra questi, Luigi Veronesi, Nino Migliori, Paola Di Bello, Seba Kurtis, Arianna Arcara, Luca Santese e Joan Fontcuberta.

L’iniziativa è ad ingresso gratuito e senza obbligo di prenotazione.