incontro di Arceto in presenza

Continua il tour nelle scuole della provincia reggiana del progetto Pedala “Pedala in Sicurezza” promosso dalla ASD Cooperatori di Reggio Emilia in collaborazione con l’Osservatorio Provinciale Sicurezza Stradale e con l’Associazione Paraplegici Reggio Emilia.

Il progetto, che gode del sostegno della legge 8/2017 della Regione Emilia-Romagna, ha dapprima coinvolto 3 classi della Scuola secondaria di primo grado Antonio Vallisneri di Arceto ed a seguire nei giorni successivi ben 10 classi della Scuola parigrado dell’Istituto Comprensivo Matteo Maria Boiardo di Scandiano.

videoconferenza a distanza dal Tecnopolo con le scuole di Scandiano

Complessivamente il messaggio lanciato dal progetto ha così raggiunto circa 270 giovani del comprensorio scandianese, ma mentre per i giovani di Arceto gli incontri si sono svolti in presenza, per quelli di Scandiano, in tempi successivi e molto più numerosi, la ASD Cooperatori in collaborazione con il Parco Innovazione di Reggio Emilia  ha provveduto ad organizzare dalla sala multimediale del Tecnopolo il collegamento live in videoconferenza con le classi nella scuola ed in DAD per gli studenti costretti alle lezioni a distanza fra le mura domestiche. I contenuti degli incontri teorici sono risultati i medesimi, quella che è cambiata è stata solo la modalità di somministrazione.

incontro di Arceto in presenza

Renato Bulgarini, ex comandante del distaccamento della Polizia Stradale di Guastalla, e Livio Vacondio, ex presidente della P.A. Croce Verde di Reggio Emilia, oggi istruttori volontari dell’Osservatorio Provinciale della Sicurezza Stradale, hanno impartito agli studenti nozioni di attenzione alla guida partendo dalla segnaletica orizzontale e verticale per passare poi alle pericolosissime distrazioni determinate dall’uso degli smartphone, alle dotazioni di sicurezza del mezzo di trasporto ed all’assunzione di sostanze alcoliche.

incontro di Arceto in presenza

Gli handbikers della ASD Cooperatori Claudio Sorvillo e Natalia Beliaeva hanno offerto il loro importante contributo fatto di testimonianze, di incidenti stradali che cambiano la vita delle persone e di consigli pratici per aumentare la sicurezza sulla strada, come il semplice, anche se non obbligatorio, uso del casco quando si sale in bicicletta o in monopattino. Tutti gli incontri sono stati condotti da Luca Simonelli che ha gestito tante domande degli studenti ed ha aperto una finestra con gli uffici della Regione Emilia-Romagna, dai quali il dott. Giammaria Manghi ha portato il saluto personale e della massima istituzione della Regione.

Giammaria Manghi

Nella prossima primavera gli studenti delle tredici classi di Scandiano ed Arceto, già coinvolte, vivranno un secondo appuntamento con il progetto “Pedala in Sicurezza” inforcando le loro biciclette in un percorso guidato e protetto che sarà allestito dall’Osservatorio provinciale Sicurezza Stradale e dalla ASD Cooperatori nei paraggi delle scuole. Partner del progetto sono le aziende Fattoria Italia, Foodness, Cyclery Store e Fisiokine.