Nel corso del 2021 l’attività operativa della Polizia Stradale reggiana, sia relativa al rilevamento degli incidenti stradali e sia in esecuzione di servizi speciali, ha inevitabilmente risentito della emergenza sanitaria legata alla pandemia da Covid-19.

Infatti, da un lato il fenomeno infortunistico ha fatto registrare un incremento dei valori quale conseguenza naturale del progressivo allentamento delle misure imposte anche alla mobilità di persone e veicoli per arginare il fenomeno pandemico con un parziale ritorno alla normalità.

Dall’altro, in concomitanza con la vigenza dei citati divieti, sono stati temporaneamente sospesi tutti i servizi speciali, ripresi nello scorso mese di giugno 2021, mentre le pattuglie della Polizia Stradale  sono state impiegate per garantire il massimo concorso alle attività disposte dalle Autorità provinciali di pubblica sicurezza per l’attuazione delle misure straordinarie di contenimento della diffusione del COVID-19.

Tali controlli stanno proseguendo, col coordinamento delle Autorità provinciali di pubblica sicurezza, soprattutto per verificare la legittimità degli spostamenti alla luce delle più recenti normative che hanno disciplinato le misure di contenimento della pandemia nel periodo delle festività natalizie.

Controlli sul rispetto delle misure di contenimento

Fin dalla istituzione delle prime “zone rosse” la Polizia Stradale ha profuso il massimo impegno nell’azione di controllo sul rispetto dei divieti di mobilità, attuando, nell’ambito di specifici dispositivi operativi definiti dalle Autorità provinciali di pubblica sicurezza e specie lungo la viabilità autostradale, sulle strade statali e quelle provinciali maggiormente utilizzate per gli spostamenti, posti di controllo per la verifica, nei confronti di tutta l’utenza, della sussistenza delle situazioni eccezionali che legittimavano gli spostamenti ai sensi della normativa di emergenza. Durante il 2021 la Sezione Polizia Stradale di Reggio unitamente alle due unità distaccate di Guastalla e Castelnovo Né Monti,  hanno effettuato 29025 controlli di persone, quasi equamente divisi tra viabilità autostradale ed ordinaria. Le persone complessivamente sanzionate ex art. 4 c. 1 del D.L. n. 19/2020 sono state 241.

Attività infortunistica

Nell’anno 2021 si è registrata, come anticipato in premessa, una recrudescenza del fenomeno infortunistico rispetto allo stesso periodo del 2020 – ove peraltro gli spostamenti erano fortemente limitati dalle misure anti covid – con un aumento di circa il 30% dell’incidentalità totale (289 incidenti contro i 223 del 2020) . In particolare il numero di sinistri con lesioni è passato da 99 dell’anno 2020 a 137 dell’anno 2021 (+ 38%) con un aumento delle persone ferite da 149 a 205; di maggior rilievo il numero di sinistri mortali rilevati nell’anno ovvero 5 (con 5 persone decedute) rispetto ai 2 ( con 2 persone decedute) dell’anno 2020  mentre più contenuto è l’incremento dei sinistri con soli danni cresciuti nell’ordine del 20% circa ( 147 contro 122 dell’anno precedente). I dati di incidentalità stradale rilevati dal Comando di Reggio Emilia rispecchiano il medesimo andamento registrato a livello nazionale dai dati Istat riferiti al primo semestre 2021 per quanto riguarda i sinistri con lesioni ( 65116  incidenti contro i 49577 del primo semestre 2020 con una variazione pari al +31%) mentre si discostano – probabilmente per fattori locali –  per quanto riguarda i sinistri con esito mortale (+250% a livello del comando a fronte di un +28% a livello nazionale) : si segnala tuttavia che, escludendo i dati dell’anno 2020 particolarmente limitati a causa delle misure anti Covid, continua il trend di diminuzione complessiva dell’incidentalità stradale in accordo con gli obiettivi di riduzione richiesti dalla Comunità Europea. 

Attività di controllo

Il Comando di Polizia Stradale nel 2021 ha effettuato 2654 pattuglie di vigilanza stradale le quali hanno effettuato:

  • 8441 contesti contravvenzionali;
  • 153 per superamento limiti di velocità;
  • 213 patenti ritirate;
  • 180 carte di circolazioni ritirate;
  • 241 veicoli sequestrati per mancata copertura assicurativa;
  • 1125 contestazioni per mancato uso cinture di sicurezza;
  • 696  contestazioni per utilizzo cellulari durante la guida;  126 sanzioni per guida in stato di ebbrezza alcolica;  15141 punti patente ritirati.

I conducenti controllati con etilometri e precursori sono stati 2191, di cui 126 sanzionati per guida in stato di ebbrezza alcolica mentre quelli denunciati per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti sono stati 6

Polizia Giudiziaria

Durante l’anno sono stati effettuati servizi specifici sia presso gli esercizi commerciali correlati al mondo dell’auto in generale (concessionarie, demolitori, officine meccaniche, centri di revisione, ecc.) e sia nei luoghi, come le aree di servizio in ambito autostradale, soventi oggetto di atti delinquenziali.

Dalle attività sopra indicate si sono conseguiti i seguenti risultati:

  • 3 persone arrestate;
  • 124 persone denunciate;
  • 21 sequestri operati a merce;

In particolate tra i controlli agli esercizi pubblici veniva contravvenzionato e segnalato ai competenti uffici titolare di attività di vendita on-line abusiva di pneumatici usati.

E’ tutt’ora in corso attività investigativa finalizzata alla denuncia di cittadini di nazionalità Pakistana ed Indiana dediti allo scambio di persona al fine di sostenere gli esami di teoria della Patente di guida con esito favorevole. Detta attività portava al sequestro di fascicoli MCTC e di patenti di guida ottenute in modo fraudolento.

Campagne di prevenzione e di informazione

Nel corso dell’anno sono state realizzate dalla Polizia Stradale numerose campagne di prevenzione ed informazione sulla sicurezza stradale, alcune delle quali rimodulate in modalità webinar a causa dell’emergenza sanitaria tutt’ora in corso. Tra le campagne più importanti:

“ICARO” – giunta alla 21^ edizione – in collaborazione con il Dipartimento di Psicologia dell’Università “Sapienza” di Roma, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Moige ed altri partner, la campagna di sicurezza stradale che ha visto il coinvolgimento di 550 studenti delle scuole primarie e secondarie di secondo grado dell’intera provincia, ai quali sono stati forniti utili informazioni tesi a far nascere o rafforzare  comportamenti corretti alla guida e una mobilità consapevole.

“L’ABC AUTOSTRADA DEL BRENNERO IN CITTA’ ”– il progetto, avviato nel 2014 vede protagonisti Polizia Stradale e Autostrada del Brennero insieme per sensibilizzare e diffondere la cultura della prudenza tra i giovanissimi. L’edizione di quest’anno sono stati coinvolti 640 studenti  delle classi IV° e V° degli istituti scolastici superiori della provincia di Reggio Emilia.

“OPERATORI DEL SOCCORSO PUBBLICO” – il progetto avviato nel 2018 vede protagonisti operatori sanitari e Polizia Stradale, sulle tematiche legate alla conduzione di messi di soccorso che quotidianamente intervengono sul territorio provinciale nelle situazioni di emergenza ed urgenza, sviluppando una maggiore preparazione e conoscenza dei rischi correlati all’uso stesso di suddetti veicoli all’atto di compiere interventi in supporto della popolazione. Quest’anno ben 1100 operatori  del soccorso hanno potuto ricevere una formazione ad opera degli agenti della Polizia Stradale.

“IL MONOPATTINO ITINERANTE” – Il progetto è rivolto ai ragazzi delle classi terze, quarte e quinte dalle scuole secondarie di secondo grado, è stato pensato per diffondere un’informazione mirata e consapevole all’uso in sicurezza dei nuovi mezzi di mobilità elettrica.

L’iniziativa promossa in collaborazione del M.I.U.R. di Reggio Emilia ha visto la realizzazione da parte del Comando Sezione Polizia Stradale di Reggio Emilia di un opuscolo dettagliato che illustra tutti i comportamenti e le eventuali violazioni da parte dei conducenti.

Il personale della Polstrada presso gli istituti scolastici dell’intera provincia ha formato 1200 ragazzi attraverso una lezione teorica ed una pratica svolta nel piazzale delle scuole grazie all’ausilio di numerosi monopattini elettrici.

“TIR TRACK CRASH TEST SIMULATION” – L’iniziativa in collaborazione con il MIUR e promossa dall’Osservatorio Scolastico Regionale ha visto il coinvolgimento di 850 ragazzi degli Istituti scolastici di secondo grado della provincia.

Grazie all’utilizzo di un Autoarticolato opportunamente attrezzato, i ragazzi hanno sperimentato le conseguenze di un incidente stradale con il ribaltamento dell’autovettura nonché l’importanza dell’uso delle cinture di sicurezza durante la guida