I Comuni della provincia e Acer sono impegnati in un vasto programma di interventi grazie a incentivi, bonus fiscali e risorse PNRR.

Gli interventi, su tutto il territorio della provincia, coinvolgono 781 alloggi di proprietà pubblica in 91 fabbricati, in parte di proprietà interamente pubblica e in parte di proprietà mista pubblico/privata, per un investimento complessivo di oltre 58 milioni di euro.

Grazie agli incentivi fiscali statali per l’efficienza energetica (superbonus 110%, ecobonus, conto termico), il bonus per il rifacimento delle facciate e i finanziamenti recentemente stanziati dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) per l’housing sociale, il patrimonio residenziale pubblico sarà sottoposto a nuovi importanti interventi di efficientamento energetico, di riqualificazione e rigenerazione urbana e di miglioramento sismico, a cui verranno affiancati lavori di manutenzione straordinaria, abbattimento delle barriere architettoniche e ripristino di alloggi vuoti, creando un positivo effetto volano anche sul patrimonio privato.

Nel corso degli ultimi decenni, i Comuni del territorio hanno attuato piani vasti di riqualificazione e rigenerazione urbana che hanno cambiato il volto di interi quartieri di edilizia residenziale pubblica, con importanti interventi di riqualificazione, demolizione e ricostruzione, sostenuti, negli ultimi anni, dagli orientamenti dell’Unione Europea, dello Stato e delle Regioni italiane volti a rendere efficiente energeticamente il patrimonio edilizio e puntare ad autoprodurre e autoconsumare energia da fonti rinnovabili per abbattere l’inquinamento atmosferico e ridurre fortemente il fabbisogno energetico e, di conseguenza, i costi per i cittadini.

Ing. Ercole Finocchietti, responsabile dell’area tecnica Acer, Emilia Iori direttore generale Acer, Marco Corradi presidente Acer e Carlo Fornili, vicepresidente Acer

“Obiettivo delle direttive dell’Unione Europea, recepite da Stato e Regioni, è la trasformazione del patrimonio edilizio esistente in edifici a consumo quasi zero e sempre più indipendenti energeticamente. Sono state quindi messe a disposizione risorse e incentivi per favorire questo importante programma di trasformazione e ammodernamento del patrimonio edilizio esistente, con stringenti obiettivi temporali – hanno spiegato il presidente di Acer Reggio Emilia Marco Corradi e il vicepresidente Carlo Fornili, affiancati dal direttore generale Emilia Iori e dal responsabile dell’area tecnica ing. Ercole Finocchietti nel corso della conferenza stampa per la presentazione dei programmi di riqualificazione del patrimonio di edilizia residenziale pubblica nel territorio della provincia di Reggio Emilia – oggi, le nuove risorse messe a disposizione dal PNRR e dai diversi incentivi fiscali rappresentano una straordinaria opportunità per continuare a investire nella riqualificazione del patrimonio di housing sociale con progetti innovativi. Nei prossimi mesi i Comuni e Acer Reggio Emilia continueranno nell’attuazione dei programmi di riqualificazione e in una ulteriore attività di ricerca di fondi e finanziamenti per incrementare i programmi di riqualificazione e dare risposte adeguate al bisogno abitativo dei cittadini”.