Un caso di presunte molestie continua a tener banco in tribunale, nonostante siano trascorsi oltre sette anni, con rinvii continui in una giustizia infinita. Nel 2014 l’episodio contestato, con un nordafricano all’epoca di 44 anni che avrebbe molestato una 14enne a Gualtieri. Una situazione che aveva scatenato le ire dei fratelli della ragazzina, a loro volta accusati di lesioni e minacce ai danni dello straniero. I fratelli sono assistititi dall’avvocato Costantino Diana, il marocchino dall’avvocato Alessandra Bonini. Ieri in tribunale a Reggio è stata rievocata quella storia, con la ragazzina, nel frattempo maggiorenne, a confermare la tesi accusatoria già fornita in fase di denuncia ai carabinieri di Gualtieri. Mentre l’imputato ha sempre respinto ogni accusa, parlando di semplice saluto a una giovane che conosceva. Ma il processo non è ancora finito. E, tra il forte rischio di prescrizione di tutti i reati, si proseguirà nell’udienza già fissata per il 18 febbraio.