Son quasi due anni che, causa Covid, gli amati Musical non vanno in scena al Teatro Municipale Valli, ma da venerdì 14 gennaio a domenica 16 il digiuno termina e gli appassionati potranno rifarsi con Hair, the tribal rock -love musical.

Scatenata, coloratissima, emozionante, coinvolgente questa versione di Hair  – creata da James Rado e Gerome Ragni, autori rispettivamente del libretto e delle liriche e da Galt MacDermot, autore delle musiche – è una storia senza tempo, una storia di amicizia, amore libero e pacifismo, ancora oggi simbolo della controcultura hippie, che porta messaggi di straordinaria attualità. Fratellanza, multiculturalità, libertà, come desiderio di spogliarsi di tutto per essere se stessi, ambientalismo, lotta alle differenze sociali e sessuali e impegno civile, sono alcuni dei temi che ancora oggi risvegliano la coscienza dei giovani.


Questo spettacolo riattualizza il musical della fine degli anni Sessanta, che sarebbe poi diventato un film, e che scosse profondamente l’opinione americana. Tra sesso, scandalo, droghe e musica rock Hair raccontava la storia di una ribellione, contro la tradizione, il conservatorismo e le guerre, soprattutto contro la traumatica guerra del Vietnam. E proprio i capelli rappresentano simbolicamente il rifiuto totale nei confronti della guerra, i protagonisti del musical portano i capelli lunghi come espressione del rifiuto di entrare a far parte dell’esercito americano.

Il musical debutta nel 1967 a New York in un teatro minore e poi, dopo 45 repliche, arriva a  Broadway. Numerose le messe in scena successive, da Los Angeles a Londra, a Sidney, fino ad arrivare a Roma, al Sistina dove i giovanissimi Renato Zero, Loredana Bertè e Teo Teocoli, con la regia di Victor Spinetti e l’adattamento dei testi di Giuseppe Patroni Griffi, portarono il rock, un cast multietnico ed il primo nudo in scena nel tempio dei musical più classici, per un grande e contestato successo.L’Era dell’Acquario sta per tornare, e anche quest’anno si respirerà aria di amore e libertà con una tribù dai capelli selvaggi scatenata, al ritmo di famosissime canzoni come “Aquarius”, “Hair” e “I Got Life”.

14, 15 e 16 gennaio 2022Teatro Municipale ValliHAIR The tribal love-rock musical” – MTS Entertainmentun musical di James Rado e Gerom Ragnimusiche di Galt Macdermontpresentato in accordo con Tams-Witmark – tamswitmark.co.uk – regia, scene e costumi di Simone Nardinimusical supervisor Stephen Alexander Lloyddirezione musicale Eleonora Beddinicoreografie di Valentina Bordidisegno luci Valerio Tiberitraduzione dal libretto di Sandro Avanzo e Simone Nardini