Il cedimento della pianta della scorsa settimana, a Pieve di Guastalla, con il dramma sfiorato alla rotonda tra via Cavallo e Via Sacco e Vanzetti ha decisamente accelerato le operazioni di taglio e messa in sicurezza delle piante che si trovano a ridosso di strade. Già a fine dicembre il Comune aveva disposto una manutenzione straordinaria di piante, ma in zone differenti rispetto a quelle ora interessate dai lavori urgenti eseguiti da un’impresa specializzata. Agli interventi già previsti in via Allende, via Roncaglio superiore, nel parcheggio dell’ospedale, viale Cappuccini, via Vegri, via Sichel, via Mentana, ora si aggiungono quelli in via Sacco e Vanzetti e soprattutto in viale Po, dove la necessità di abbattere una cinquantina di alberi porta a pensare che da tempo la situazione non era in piena sicurezza.

E di fronte a quanto accaduto nei giorni scorsi, con una pianta caduta insieme a un palo della luce su un’auto, con la conducente miracolosamente illesa, si è probabilmente pensato che la manutenzione non fosse più rinviabile. E così un’ordinanza comunale di due giorni fa ha dato il via al taglio urgente in viale Po, che dovrebbe durare fino al 29 gennaio. L’incidente in via Sacco e Vanzetti ha effettivamente consigliato alla pubblica amministrazione locale di evitare ogni ulteriore rischio, spesso frutto di carenza di