Un 50enne residente nel reggiano era stato arrestato ieri pomeriggio a seguito della richiesta di intervento presso un bar dove era stata segnalata la presenza di una persona, presumibilmente sotto l’effetto di alcolici, che disturbava gli avventori. All’arrivo dei Carabinieri l’uomo, andato ulteriormente in escandescenza, aveva dapprima cercato di colpire con una testata gli agenti per poi spintonarli, offenderli e minacciarli.

Arrestato e posto ai domiciliari in attesa della direttissima questa mattina è evaso, sino alla singolare richiesta giunta al 112.

Tornato a casa nel pomeriggio si è accorto di aver perso le chiavi di casa ed ha chiamato i Carabinieri per ottenere l’apertura della porta. Le uniche porte che si sono aperte per il 50enne sono state quelle del carcere di Reggio Emilia dove è stato condotto con l’accusa di evasione.

Potrebbe interessarti anche: