Dopo la sospensione invernale, il Giroverde riprenderà dal 1° Marzo. Il Giroverde consiste nel ritiro a domicilio, nei Comuni e nelle zone nelle quali è previsto, di sfalci d’erba, foglie e potature di provenienza domestica
Ogni famiglia ha un sacco bianco nel quale mettere esclusivamente sfalci d’erba, foglie e potature sminuzzate.

Alcuni consigli pratici

  • esponi il sacco quando è pieno
  • non chiudere il sacco con corda o filo di ferro
  • gli svuotamenti sono fatti manualmente, quindi cerca di non superare il peso di 15 kg
  • nel sacco puoi mettere sfalci d’erba e fiori recisi, ramaglie, piccole potature di alberi e siepi e residui vegetali da pulizia dell’orto
  • non vanno nel sacco metalli, vetro, plastica, potature voluminose o in grandi quantità

Il sacco viene esposto, davanti alla propria abitazione, la sera precedente al giorno di raccolta indicato sul calendario, in una posizione ben visibile e accessibile dalla strada.
Iren provvede alla raccolta e lascia il sacco vuoto nel medesimo luogo.

Il materiale così raccolto viene portato in un impianto dove viene trasformato in terriccio ammendante per vivai, orti e giardini.
Nei Centri di Raccolta si può ritirare gratuitamente il compost, frutto di questa raccolta differenziata. Per grosse quantità di sfalci e potature, si consiglia di consegnarle direttamente ai Centri di Raccolta; in caso di difficoltà è possibile depositarli a lato del sacco bianco, legati in piccole fascine.

E’ anche possibile praticare attivamente il compostaggio, facile da fare anche nel giardino di casa. Il manuale del compostaggio domestico, con all’interno tante buone idee per autocostruirsi una compostiera, è reperibile sul portale di Iren Ambiente nella sezione dedicata alla riduzione dei rifiuti.
Per tutte le info si può visitare il portale http://servizi.irenambiente.it e scaricare la app Ecoiren per lo smartphone.