Foto Sara Kurfeß

Si innamora di una donna conosciuta virtualmente sul web e, credendola malata, le versa 15mila euro salvo poi scoprire di essere stato raggirato. La truffa affettiva in questione, consumatasi a Sant’Ilario d’Enza, vede vittima un operaio 45enne che durante il lockdown, a marzo del 2020, conosce questa donna sui social la quale gli fa credere di essere malata e di avere bisogno di denaro poichè ricoverata in una clinica svizzera in cura. Prima per amicizia, l’uomo la sostiene, poi le versa altro denaro perché la stessa potesse chiudere un debito pregresso che aveva. Uno scambio epistolare proseguito fino all’estate dello scorso anno. Poi la scoperta, amara per lui, di essere stato vittima di un raggiro. Da qui la denuncia sporta ai carabinieri. 

I militari sono dunque risaliti alla presunta artefice del raggiro, una 40enne calabrese che ora dovrà rispondere di truffa.