I Carabinieri di Carpineti hanno denunciato per truffa un 40enne e un 36enne, entrambi della provincia di Catania. Uno dei due ha curato l’inserzione e i contatti con l’acquirente, sia telefonicamente che via mail l’altro invece ha incassato il corrispettivo accreditatogli sulla sua postepay relativo all’acquisto un’auto Fiat Panda con motore non funzionate al prezzo di 2.900 euro che però non è mai stata consegnata. I due presunti truffatori siciliani sono stati identificata dai carabinieri a cui la vittima, un 60enne reggiano si è rivolto denunciando il raggiro.

Questi i fatti: la vittima, 60enne abitante nel reggiano, con l’intento di acquistare l’auto ha risposto ad un annuncio pubblicato su market place di Facebook relativo alla vendita di una Fiat Panda a 2.900 euro. Il venditore per essere maggiormente credibile inviava via mail le foto dei locali di una carrozzeria, di cui millantava esserne il proprietario, dove si trovava l’auto. Concordato le modalità di pagamento attraverso ricarica di postepay l’acquirente provvedeva a versare l’intero corrispettivo di 2.900 euro, ma la macchina non gli è mai arrivata e l’inserzionista spariva nel nulla.

Quando ha capito di essere rimasta vittimo di un raggiro l’uomo si è presentato ai carabinieri della stazione di Carpineti formalizzando la denuncia per truffa.