Due uomini della provincia di Taranto hanno pubblicato un annuncio su marketplace di Facebook relativo alla vendita di un Bimby al prezzo di 650 euro. Uno ha curato l’inserzione e i contatti con l’acquirente, arrivando a spacciarsi per militare dell’esercito per rassicurare la controparte, l’altro invece ha incassato il corrispettivo accreditatogli sulla sua postepay relativo all’acquisto del robot da cucina che però non è mai stato consegnato. I due presunti truffatori pugliesi sono però stati identificata dai carabinieri della stazione di Villa Minozzo a cui le vittime, due coniugi del paese, si sono rivolti denunciando il raggiro.

Dopo una serie di riscontri tra il numero di telefono associato all’inserzione esca e la carta prepagata dove erano confluiti i soldi, i Carabinieri di Carpineti hanno catalizzavano le attenzioni investigative su un 47enne che aveva portato avanti la trattativa e un 61enne intestatario della postepay.

Con l’accusa di concorso in truffa i carabinieri della stazione di Villa Minozzo hanno quindi denunciato alla Procura della Repubblica entrambi gli uomini della provincia di Taranto.