Cristian Caporali, Corrado Marchetti, Filippo Schepis

Salvataggio in extremis per Corrado Marchetti, il 62enne protagonista di una complessa operazione all’esofago che avrebbe potuto essergli fatale, a salvarlo il team del gastroenterologo Filippo Schepis del Policlinico di Modena, grazie a una tecnica innovativa.

L’équipe del Policlinico con il paziente

Sono stati attimi di paura per la famiglia di Marchetti, quando è stato colpito da un’emorragia digestiva dovuta ad una rottura di varici dell’esofago, una criticità che doveva essere risanata in tempi brevissimi con un’operazione ad alto rischio.
Portato d’urgenza al Santa Maria Nuova, è stato successivamente trasferito al Policlinico di Modena, dove ed è stato soggetto di una innovativa tecnica operatoria, ovvero l’inserimento di un bypass gastrico, inserito creando una “galleria, chiamata TIPS,” direttamente fra vene interessate e fegato.
L’operazione ha avuto successo ed è stata l’ennesima conferma dopo una serie di 300 operazioni andate a buon fine e capitanate da Schepis. L’ospedale dopo l’operazione ha dichiarato: “Stiamo formando una nuova generazione di medici affinchè questa nuova procedura abbia una continuità nel servizio sanitario”.