Una due giorni di riflessione e confronto tra Musei, Università e Scuola per ragionare sull’educazione museale, l’innovazione didattica e i rimandi tra contesti formali e non formali.

Lunedì 30 e martedì 31 maggio dalle ore 14.30 alle 19 presso il Dipartimento di Educazione e Scienze Umane, UNIMORE, Palazzo Baroni (ex Seminario), in viale Timavo, 93 a Reggio Emilia si svolgerà il convegno “Crescere al museo. Vivere il patrimonio culturale per rinnovare il curricolo scolastico, promosso da Unimore – Dipartimento di educazione e scienze umane e Comune di Reggio Emilia – Musei Civici. Per partecipare sia in presenza che online è necessaria l’iscrizione a questo link https://forms.gle/vh4Y3GqqQbhewmPi9

Il convegno nasce da un progetto di ricerca coordinato dal Centro di ricerca su insegnanti e innovazione didattica (CERIID) del Dipartimento di Educazione e Scienze Umane dell’Università di Modena e Reggio Emilia in collaborazione con i Musei Civici di Reggio Emilia e con il patrocinio di ICOM (International Council of Museums – Italia). Il progetto è volto a indagare e a monitorare le diverse esperienze educative sviluppate dai Musei non solo in risposta all’emergenza pandemica, ma anche in un’ottica di rafforzamento del dialogo e del lavoro congiunto con scuole e istituzioni del territorio. La convergenza tra musei, educazione, ricerca e innovazione ha generato esperienze inclusive, integrate e interdisciplinari che si offrono come progetti aperti a tutti i gradi scolastici e al coinvolgimento di diverse competenze e professionalità.

Accompagnano il dialogo dei protagonisti dell’esperienza (Musei Civici, CERIID, Scuole ed altre istituzioni del territorio) alcuni ospiti d’ambito nazionale, che porteranno il loro punto di vista sull’educazione museale e sul dialogo con la scuola: Silvia Mascheroni, Simonetta Maione, Antonella Poce, Marco Dallari.

Attraverso il confronto tra i professionisti di diversi settori, verranno condivise buone pratiche e risultati di ricerca.

Nel primo giorno di convegno, le riflessioni riguarderanno in particolare l’esperienza della “Settimana al Museo” vissuta dall’Istituto Comprensivo Manzoni che, all’interno del più ampio progetto coordinato da Officina Educativa servizi educativi territoriali e diritto allo studio la “Scuola Diffusa”, ha visto le proprie classi impegnate in un vero e proprio progetto pilota che ha sottolineato l’importante ruolo dei contesti di educazione informale e ha aperto la strada a un nuovo “modo” di fruire il museo, abitandolo e vivendolo quotidianamente.

Nel secondo giorno, saranno presentati alcuni progetti che i Musei hanno realizzato nell’anno scolastico corrente in collaborazione con i diversi ordini di scuola. Verranno descritti l’esperienza di co-progettazione della “Settimana al Museo” condotta con le classi quinte della scuola Primaria Pezzani (IC Pertini 2), l’esperienza di PCTO che ha coinvolto la scuola secondaria di secondo grado Motti, il progetto del Delivery Museum alla Scuola Primaria Pascoli (IC Manzoni) e un’esperienza di educazione civica svolta con due classi della Scuola Secondaria di Primo Grado Manzoni.

Il CERIID discuterà ciascuna iniziativa alla luce degli esiti del monitoraggio condotto durante le attività, allo scopo di mettere a fuoco quanto il lavoro congiunto di educatori museali e insegnanti sia un’occasione per sostenere e promuovere l’innovazione didattica in contesti formali e non formali.