REGGIO EMILIA – Il Campus San Lazzaro si arricchisce di una nuova aula informatica. Per migliorare apprendimento e didattica, sono state allestite 25 nuove postazioni a disposizione di studenti e insegnanti all’interno del padiglione Besta, sede dei corsi di laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie e degli Alimenti, di laurea magistrale in Controllo e Sicurezza degli alimenti e di Sostenibilità Integrata dei Sistemi Agricoli e della Scuola di Dottorato in Scienze, Tecnologie e Biotecnologie Agro-Alimentaridel dipartimento di Scienze della Vita di Unimore.  

“In questo modo, si offre ai docenti e agli studenti uno spazio dove poter svolgere didattica  interattiva. – come sottolinea Patrizia Fava, responsabile del progetto e docente dell’Area Agroalimentare – Questo risultato non sarebbe stato possibile se la Fondazione Manodori non ci avesse creduto, finanziandone una parte importante”. 

Oltre alle postazioni, la dotazione dell’aula di informatica inaugurata oggi prevede fibra ottica e videoproiettori. L’intervento è stato realizzato con il contributo della Fondazione Manodori e il cofinanziamento dell’Università di Modena e Reggio Emilia. 

“Creare nuove opportunità per i giovani, per lo sviluppo di un’economia sostenibile sorretta dalla ricerca scientifica – ha detto Romano Sassatelli, presidente della Fondazione –  Questa è una delle finalità di un investimento sul futuro che non può prescindere dagli strumenti necessari per lo studio e l’approfondimento. La Fondazione Manodori è stata vicina al nostro ateneo fin dai suoi primi passi e ne sostiene costantemente la crescita perché  riteniamo sia una risorsa indispensabile per la nostra comunità e per le nuove generazioni”.