REGGIO EMILIA – Fare sistema tra realtà istituzionali e realtà del Terzo Settore per promuovere in uno strumento unitario i servizi culturali ed educativi rivolti al mondo della scuola in una prospettiva di sinergia e coordinamento. Tutto questo è “Piùdiuno Reggio Emilia. Cultura per la scuola”, progetto del Comune di Reggio Emilia, nato nel 2010, che si pone come strumento di supporto al personale docente, per la programmazione e guida alla partecipazione culturale degli studenti.

Piùdiuno si rivolge ad una platea molto ampia e si arricchisce di anno in anno di nuove proposte e attività.  Così accanto ai partner istituzionali e consolidati, nel corso degli anni si sono presentati molti soggetti nuovi aprendosi anche a tematiche differenti quali l’integrazione, l’intercultura, le differenze di genere. La consapevolezza di una società sempre più complessa, multiculturale e poliedrica genera nuovi interventi educativi volti all’integrazione delle fragilità e delle differenze come ad esempio le disabilità, l’identità di genere e l’orientamento affettivo-sessuale.

Con le centinaia di proposte che ogni anno compongono il suo programma, Piùdiuno Reggio Emilia. Cultura per la Scuola costituisce una risorsa preziosa, un caleidoscopio di attività e di proposte in presenza e on line che contribuiscono alla trasmissione del sapere, allo scambio di culture e linguaggi, alla formazione del pensiero critico e alla consapevolezza dell’importanza di una cittadinanza attiva.

C’è tempo da domani, mercoledì 6 luglio, e fino a giovedì 21 luglio alle ore 13, per partecipare all’avviso pubblico per l’inserimento delle proprie attività nella nuova edizione della pubblicazione on-line “Piùdiuno Reggio Emilia. Cultura per la scuola 2022-2023” che raccoglie e promuove opportunità culturali ed educative per le scuole di ogni ordine e grado. Il bando e i formulari sono consultabili sul sito https://www.comune.re.it/piudiuno.

“Se vuoi la pace prepara pace” insegnava il filosofo della nonviolenza Aldo Capitini. In un momento storico particolarmente e tristemente denso di conflitti armati, questa edizione del Piùdiuno sceglie come tema per la nuova edizione Percorsi di pace ponendosi come obiettivo l’educazione alla pace, il rispetto della dignità di ciascuno, la promozione dei diritti umani, nella convinzione che questo sia il primo passo per diventare cittadini consapevoli e responsabili nella realizzazione di una cittadinanza globale e solidale.

Possono partecipare al progetto, promosso dal Comune di Reggio Emilia, tutti i soggetti privi di scopo di lucro – inclusi tra società partecipate, enti pubblici vigilati ed enti di diritto privato controllati dal Comune di Reggio Emilia ed organizzazioni del Terzo Settore – che perseguono finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, aventi una propria sede nel comune di Reggio Emilia. Le proposte pervenute saranno valutate da una commissione e i progetti selezionati saranno presentati all’interno del portale del Comune di Reggio Emilia in una sezione dedicata: https://www.comune.re.it/piudiuno

Informazioni Per informazioni sul bando e sulla compilazione dei formulari scrivere a cultura@comune.re.it.