Su Marketplace curava la pubblicazione degli annunci esca portando avanti, grazie all’applicativo messenger, la trattativa e quando sulla carta riceveva i soldi delle “vendite fantasma” di piscine bloccava sull’applicativo messanger l’acquirente sparendo nel nulla senza ovviamente spedire quanto venduto. In questo modo un 45enne napoletano ha raggirato anche 60enne di San Polo d’Enza che ha risposto all’annuncio concernente la vendita di una piscina con accessori  commercializzata a 400 euro che ha provveduto a pagare senza vedersi consegnare quanto acquistato. Materializzato di essere rimasto vittima di una truffa l’uomo si è presentato ai carabinieri di San Polo d’Enza formalizzando la denuncia per truffa. Dopo una serie di riscontri i carabinieri hanno catalizzato le attenzioni investigative sul 45enne napoletano nei cui confronti sono stati acquisiti elementi di responsabilità in ordine al reato di truffa. Il procedimento, in fase di indagini preliminari, proseguirà per i consueti approfondimenti investigativi al fine di consentire al Giudice di verificare l’eventuale piena responsabilità dell’indagato.