REGGIO EMILIA – Un ragazzo è stato fermato la scorsa notte intorno all’una in Via Emilia Ospizio dopo essere stato sorpreso dai carabinieri della sezione radiomobile di Reggio Emilia insospettiti dal fitto confabulare del giovane con un altra persona a fianco del Mc Donald. I due si sono poi spostati e appartati sospettosamente sotto il portico di un’attigua palazzina. I carabinieri hanno dunque optato per un controllo, nell’avvicinarsi uno dei due giovani è scappato riuscendo a dileguarsi, mentre il diciannovenne reggiano è stato sottoposto ad approfonditi accertamenti culminati con il rinvenimento nelle tasche dei pantaloni di due dosi cocaina del peso di mezzo grammo l’una.

La successiva perquisizione domiciliare ha portato i carabinieri a rinvenire all’interno della cantina un altro involucro con circa 5 grammi di cocaina e due bilancini di precisione, tutto sequestrato unitamente al cellulare e un centinaio di euro in contanti ritenuto provento della presunta illecita attività. Per questi motivi con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti i carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Reggio Emilia hanno arrestato un diciannovenne disoccupato reggiano, ristretto al termine delle formalità di rito a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia diretta dal Procuratore Calogero Gaetano Paci.

Il procedimento, in fase di indagini preliminari, proseguirà per i consueti approfondimenti investigativi al fine di consentire al Giudice di verificare l’eventuale piena responsabilità dell’indagato.