BORETTO (RE) – E’ scattato l’allarme, nel pomeriggio al lido Po di Boretto, dopo che è stata vista una Fiat Punto finire nelle acque del fiume, inabissandosi in pochi istanti. I testimoni non avevano visto persone a bordo, ma la certezza che non vi fosse nessuno nell’abitacolo si è avuta solo più tardi, quando sommozzatori e autogrù hanno recuperato la vettura. E’ scattato l’allarme con l’arrivo di ambulanza della Croce azzurra, carabinieri, polizia locale, vigili del fuoco, oltre che dei sommozzatori del 115 giunti in elicottero. Con le indicazioni dei testimoni, è stata subito individuata la posizione dell’auto, poi recuperata.

Carabinieri e polizia locale hanno iniziato la ricerca del trentenne che era stato visto sull’auto poco prima di notare la stessa scendere dall’argine. Si tratta di un uomo con presunti problemi di droga, il quale avrebbe agito per “dispetto” verso i familiari. Lo stesso trentenne, che risiede a Novellara, nel tardo pomeriggio è stato notato da una pattuglia dei carabinieri, rintracciato in un bar della zona: appariva in stato confusionale, ma sano e salvo. E’ stato portato in caserma per ulteriori accertamenti, tra cui anche una visita medica per verificare le sue effettive condizioni psicofisiche.