REGGIO EMILIA – Nella serata di venerdì 18 novembre è suonata, dopo 50 anni, l’ideale campanella che ha riunito a Reggio nei locali dell’Istituto San Vincenzo de’ Paoli, le alunne e gli alunni che nel 1972 hanno sostenuto l’esame di licenza elementare e iniziato la scuola media.

Accolti dall’attuale direttrice della scuola primaria Annamaria Caroli, hanno “risposto all’appello” all’interno dell’aula dove avevano studiato: Giovanna Bertani, Rita Bigliardi, Paola Campo, Cinzia Giorgini, Paolo Iori, Loretta Margini, Gabriele Rossi, Marisa Spallanzani, Donatella Violi; Cristina Borrachini, Carla Canovi, Rosa Fricano, Paola Lombardi, Marco Panciroli, Giuliana Sassi, Agnese Schenetti, questi ultimi presenti solo “virtualmente”, per ragioni di salute, di famiglia o di lavoro.

Nell’attigua chiesa di Santo Spiridione, don Vasco Rosselli, parroco di Santo Stefano dai primi anni ‘70, ha presieduto la Santa Messa in memoria delle compagne di classe prematuramente scomparse: Orianna, Donatella e Dorella. Assieme alla maestra, suor Antida Melandri, sono state ricordate le suore defunte, in particolare le insegnanti della scuola media.

Prima della cena in un noto ristorante cittadino, non è mancata la foto ricordo, al momento della consegna del libro sull’Istituto curato da Giuseppe Adriano Rossi nel 150° della presenza a Reggio Emilia delle Suore della Carità, congregazione fondato da Santa Giovanna Antida Thouret. Tra ricordi, risate, vecchie fotografie e scatti digitali, la serata è trascorsa piacevolmente e si è conclusa con l’impegno a … non attendere altri 50 anni per “ritrovarsi tutti”… come spiega il nome della chat, prontamente attivata per restare in contatto. 

Paola Campo