In occasione della Giornata internazionale dei Diritti umani (10 dicembre) e della Giornata internazionale dei Migranti (18 dicembre), il coordinamento dei Diritti umani del Comune di Reggio Emilia, che comprende circa 30 aderenti tra associazioni e soggetti pubblici e privati del territorio, organizza una serie di iniziative per riflettere sugli articoli della dichiarazione universale dei Diritti umani.

Oltre dieci eventi, tra presentazioni di libri e flash mob, conferenze e teatro, proiezioni cinematografiche e approfondimenti, animeranno centri sociali, il Centro internazionale Loris Malaguzzi, la biblioteca di Santa Croce, i Chiostri di San Pietro, Sd Factory e altre zone della città. Tra i temi in evidenza il diritto di espressione, il contrasto alla criminalità organizzata, la promozione della pace, la sostenibilità, il lotta al razzismo e la cittadinanza.

Numerosi gli appuntamenti in programma sabato 10 dicembre. Dalle ore 10.30 in piazza Fontanesi si terrà “Il giornalismo non è un crimine” un flash mob per la libertà di Jualian Assange, promosso da Movimento Free Assange Reggio Emilia, Amnesty international Reggio Emilia, Iniziativa laica e Donne in nero. Alle ore 11, alla biblioteca Santa Croce di via Adua 57 verrà invece presentato il volume “Diego Tajani. Un cambiamento atteso un secolo e i nodi irrisolti dell’Italia” realizzato in collaborazione con Centro di documentazione sulla criminalità organizzata e Centro studi e ricerche Diego Tajani. L’intento è quello di far conoscere storie e persone che si sono battute contro le mafie e di cui si è persa memoria nel corso del tempo come, in questo caso, l’opera del deputato Diego Tajani che nel 1875 per la prima volta in Parlamento ha parlato di mafia. Interverranno l’autore Maurizio Mesoraca, il sindaco Luca Vecchi, l’assessore comunale alla Legalità Nicola Tria, lo storico e scrittore Giuseppe Condello e il direttore dell’Istituzione scuole e nidi di infanzia di Reggio Emilia Nando Rinaldi. Introduce Palmina Perri, consigliera comunale di Reggio Emilia.

Sempre sabato 10 dicembre, alle ore 17, ai Chiostri di San Pietro (via Emilia San Pietro 44/c) si terrà la presentazione di “Libere, il nostro No ai matrimoni forzati”, il nuovo libro di Martina Castigliani. Il libro racconta la storia di Fatima, Yasmine, Zoya, Khadija e X, cinque ragazze che hanno deciso di ribellarsi alle nozze forzate. Per essere libere hanno rinunciato a tutto: sono fuggite lontano da casa, hanno rotto ogni rapporto con la famiglia, sono state costrette a cambiare identità. Qui si raccontano in esclusiva, nonostante i rischi: il rifiuto non è mai stato accettato e sono ancora oggi in pericolo. Se hanno deciso di esporsi è «per tutte le altre», obbligate a subire violenze. Un libro corale e un’inchiesta su un fenomeno che riguarda centinaia di invisibili. Intervengono Marwa Mahmoud, consigliera comunale e attivista, Wajahat Abbas Kazmi, regista e scrittore, Tiziana Dal Pra, fondatrice Trama di Terre. Modera la giornalista Margherita Grassi. L’iniziativa è promossa dal Laboratorio aperto, in collaborazione con PaperFirst. 

La giornata si chiuderà alle ore 21 a SD Factory di via Brigata Reggio 29 con “Costruire diritti – In Factory il teatro è sociale”, spettacolo liberamente ispirato al classico della letteratura “Fahrenheit 451”. Un’azione teatrale a cura dell’associazione e compagnia Teatro delle Brame che, a partire da ispirazioni letterarie e riletture in chiave contemporanea, esplora l’attualità e porta in scena spettacoli di forte impronta sociale.

Lunedì 12 dicembre ore 17.30 al Centro sociale Orologio via Massenet 19 per il ciclo
“Pace, ambiente e diritti. Per una Costituzione della terra”, viene presentato il volume “Rigenerazione. Per una democrazia capace di futuro” con Guido Giarelli, presidente di Libera università popolare, Marco Deriu, autore del libro,  Corrado Confalonieri e Laura Gherardi dell’Università di Parma e Marco Cervino dell’Istituto di scienze dell’Atmosfera e del clima di Bologna.

Sempre nell’ambito dello stesso ciclo di incontri, giovedì 15 dicembre  alle ore 21 al Centro sociale Mirandola via fratelli Bandiera 12/a si svolgerà l’iniziativa “Immagini, parole e suoni dai parchi del territorio”, con interventi di Lanfranco De Franco assessore alla partecipazione del Comune di Reggio Emilia, Alberto Pioppi sociologo, Ugo Pellini e Lorenzo Capitani. Ospite anche don Luigi Ceppimissionario in Amazzonia che interverrà con un personale ricordo di Chico Mendes nell’anniversario del suo assassinio. Letture di Monica Incerti Pregreffie Franco Ferrari.

Helena Dalli, commissaria europea per l’Uguaglianza

Venerdì 16 dicembre alle ore 9.30, al Centro internazionale Loris Malaguzzi (viale Ramazzini 72/a) Helena Dalli, commissaria europea per l’Uguaglianza parteciperà all’incontro “Costruire città interculturali: dalle strategie contro il razzismo alla promozione dell’inclusione e delle diversità” dedicato a 20 anni di lavoro sui temi dell’inclusione e dell’interculturalità. Interventi di Luca Vecchi, sindaco di Reggio Emilia, Ivana D’Alessandro, referente di  Intercultural Cities del Consiglio d’Europa. Evento gratuito a iscrizione su www.mondinsieme.org

A seguire, alle 17.30, al Centro Internazionale Loris Malaguzzi, ultimo appuntamento con  “Pace, ambiente e diritti. Per una Costituzione della terra”, con la presentazione del volume “Per una Costituzione della Terra” di Luigi Ferrajoli. Interventi di Carlotta Bonvicini assessora ad Ambiente e Mobilità sostenibile del Comune di Reggio Emilia, Nando Rinaldi direttore Istituzione scuole e nidi d’Infanzia del Comune di Reggio Emilia, Cristian Sesena segretario Cgil di Reggio Emilia, Rina Zardetto presidente dell’associazione reggiana per la Costituzione.

Alle ore 20 al centro sociale I Boschi (via Cavalieri di Vittorio Veneto 36) verrà proiettato il film Persepolis, accompagnato da interventi di Chiara Casotti di Amnesty international Reggio Emilia e Jasmin Fahim, giovane italo-iraniana.

Domenica 18 dicembre, giornata internazionale del migrante, alle ore 19.30 alla Sd Factory (via Brigata Reggio 29) vengono presentati gli esiti del laboratorio teatrale rivolto a ragazz* dai 18 ai 25 anni “Approdi e derive”, giunto alla quarta edizione e condotto da Luca Delmonte, educatore, attore e coordinatore artistico della factory.

Martedì 20 dicembre alle ore 9.30  in Sala del Tricolore (piazza Prampolini 1) si terrà la cerimonia di cittadinanza con una speciale performance di canzoni del Coro interculturale di Reggio Emilia.

Giovedì 22 dicembre alle ore 10 presso lo Spazio Via Cassoli 1viene presentato il  libro “Una persona alla volta” di Gino Strada a cura di Emergency. Interviene (da remoto) Luca Radaelli, coordinatore dello staff planning dei progetti in Afghanistan di Emergency. L’evento, organizzato da Officina educativa, cooperativa sociale Reggiana Educatori ed Emergency, è riservato agli studenti dell’Istituto Motti di Reggio Emilia e ai giovani del Laboratorio avanzato di cittadinanza.

I tre incontri “Pace, ambiente e diritti. Per una Costituzione della terra” sono organizzati da Lup – Libera Università Popolare di Reggio Emilia, centri sociali Orologio, Mirandola, associazione Querce Rosse, associazione Reggiana per la Costituzione, in collaborazione con Cgil Reggio Emilia, Scuole e nidi d’Infanzia di Reggio Emilia, con il contributo di Boorea, centro interculturale Mondinsieme, Movimento non violento Reggio Emilia, Unesco Reggio Emilia, Fiab Reggio Emilia, Officina raggi resistenti, Istoreco Reggio Emilia, Librerie Coop.