VIANO – Ha sfondato la porta di casa di una pensionata 85enne di Viano, l’ha raggiunta a letto prendendola a bastonate, schiaffi calci e pugni per sottrarle l’anello in oro che aveva al dito anulare e la lascia tramortita a letto in una pozza di sangue per poi fuggire.

Le urla della vittima sono state sentite da un vicino di casa che, oltre a dare l’allarme al figlio dell’anziana, che abita in un comune vicino, si è precipitato in strada riuscendo a scattare una foto alla donna prima che si dileguasse a piedi. L’anziana soccorsa è stata condotta in ospedale a Reggio Emilia, fortunatamente non in pericolo di vita, mentre i carabinieri di Scandiano, giunti sul posto con i colleghi di Casalgrande e Albinea, nel corso delle indagini e grazie anche alla foto scattata dal testimone, sono riusciti a identificare la presunta rapinatrice, una 55enne abitante poco lontano.

La successiva perquisizione domiciliare eseguita nell’abitazione della 55enne consentiva di rinvenire, nascosto nell’armadio della camera da letto, l’anello provento della rapina mentre nella lavatrice veniva trovata e sequestrata la maglia indossata durante il pestaggio probabilmente infilata nella lavatrice con l’intento di disperdere eventuali tracce di sangue. Per questi fatti i carabinieri della Tenenza di Scandiano hanno arrestato la rapinatrice abitante a Viano, con l’accusa di rapina aggravata.