Sonny Colbrelli

Di Romano Pezzi

CAMPAGNOLA EMILIA – Mancano poche ore al più atteso appuntamento reggiano riservato al grande ciclismo. ovvero la giornata dedicata al premio La Bici al Chiodo. Al centro sociale di Campagnola infatti domenica, dalle ore 11, l’Associazione Nazionale Ex corridori Ciclisti, che annovera centinaia di iscritti da tutta Italia, accoglie nelle loro file Sonny Colbrelli, l’ultimo campione che dopo una esaltante carriera (culminante con la vittoria alla Parigi-Roubaix), ha detto basta con le corse e come si dice in queste circostanze, “appende la bici al chiodo”.

Claudio Vandelli

Colbrelli, bresciano di Val di Sabbia, ha iniziato proprio col professionismo nella squadra di Reverberi. Corridore serio, puntuale in occasione dei grandi appuntamenti, negli ultimi tempi, era il riferimento del ciclismo italiano nelle grandi gare, Tour de France compreso. Una sua caratteristica regalare emozioni a chi lo seguiva, da sempre, sin da quando a dici anni, da giovanissimo, vinse il Meeting Nazionale per la società di appartenenza, la “Val Sabbia “ appunto.

Manuel Balletti

La rassegna operante in occasione della consegna della Bici al Chiodo, con 300 presenti in sala, oltre a Colbrelli, si ricorda di Manuel Belletti, professionisti di Cesenatico (è stato compagno di squadra col nostro Zhupa), al quale viene assegnato il riconoscimento: Premio alla Carriera. Belletti, anche lui cresciuto con la Colnago Csf di Reverberi, ha vinto in tutta Europa, ma la sua perla è la tappa del Giro d’Italia 2010, nella sua Cesenatico, col traguardo posto ai piedi del monumento dedicato a Pantani.

Col Premio d’Onore sale sul palco Davide Cassani. Mentre a Pierino Gavazzi, vera ossessione per Saronni (una Sanremo e un Tricolore), tocca il premio Grandi Ex, assieme al bolognese Giordano Turrini campione sui velodromi del mondo.

Pierino Gavazzi,

Nell’occasione non mancano i premi ai giovani Marcello Pelloni, esordiente, Tommaso Cattini, allievo e a Giacomo Tagliavini, juniores. Infine passerella anche per Claudio Vandelli, olimpionico a Los Angeles nel 1984.