Immagine di repertorio

REGGIO EMILIA – Ha cercato di eludere il sistema antitaccheggio del centro commerciale Meridiana di Reggio, uscendo con al seguito la refurtiva costituita da 5 punte di parmigiano reggiano, che aveva occultato all’interno di una orsa schermata con dell’alluminio. Fermato all’uscita dal responsabile del supermercato, allertato dall’allarme dell’antitaccheggio che non è stato comunque eluso, ha usato violenza sferrandogli una violenta gomitata allo sterno.

È stato però fermato e quindi preso in consegna da una pattuglia della sezione radiomobile dei carabinieri di Reggio Emilia, nel frattempo allertata. I carabinieri, oltre a recuperare la refurtiva, hanno trovato l’uomo in possesso anche di tre paia di cuffie wireless e una cuffia stereo, di probabile provenienza furtiva presso altro esercizio in corso di individuazione, nonché di attrezzi da scasso idonei a staccare l’antitaccheggio (una tenaglia e una tronchesina). Per questi motivi i carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Reggio Emilia, nel primo pomeriggio di ieri, hanno arrestato un 36enne residente a Reggio Emilia, ristretto al termine delle formalità di rito a disposizione della Procura reggiana diretta dal Procuratore Capo Calogero Gaetano Paci. 

Il procedimento, in fase di indagini preliminari, proseguirà per i consueti approfondimenti investigativi al fine di consentire al Giudice di verificare l’eventuale piena responsabilità dell’indagato. Alla luce di quanto emerso e considerata la flagranza di reato il 36enne veniva arrestato e ristretto a disposizione della Procura reggiana.