I soccorsi perlustrano l’Appennino modenese

REGGIO EMILIA – Attraverso un post di aggiornamento, presente sulla pagina Facebook del Soccorso Alpino e Speleologico Emilia-Romagna, viene reso noto che le ricerche riguardanti il velivolo partito dal Campovolo di Reggio Emilia, scomparso una settimana fa, assieme al suo pilota, proseguono ininterrottamente.

Proseguono, ancora senza esiti, le ricerche del velivolo disperso e del suo pilota, nella zona di Pievepelago. Nella giornata di ieri gli operatori del Soccorso Alpino Emilia-Romagna, SAF di Reggio-Emilia e del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, hanno battuto ulteriori zone nei pressi di Pievepelago. Gli operatori sono stati elitrasportati della Guardia di Finanza nei pressi del monte S. Andrea per battere via terra la zona, mentre l’elicottero compiva ulteriori sorvoli alla ricerca di tracce del mezzo disperso.

Le zone che si stanno battendo da giorni si trovano tutte nei pressi di Pievepelago: da monte S. Andrea al monte Alpesigola, Cagapicchio al monte Cantiere. Le ricerche, via terra, avvengono spesso in luoghi impervi all’interno di fitte faggete con più di mezzo metro di neve, che rallenta e rende le ricerche più complesse. Le ricerche proseguiranno anche nella giornata di oggi, con squadre di operatori che batteranno le zone vie terra e con gli elicotteri che saranno impegnati nel trasporto degli operatori in montagna.”