REGGIO EMILIA – Oltre un migliaio di persone hanno sfilato ieri per le vie del centro, da via Roma a Piazza della Vittoria per chiedere la fine della guerra in Ucraina.

Raccogliendo l’appello nazionale di Europe for Peace, Europe for peace Reggio Emilia ha organizzato venerdì 24 febbraio 2023, ad un anno dallo scoppio della guerra in Ucraina, due iniziative per riflettere su quanto sta accadendo e chiedere immediatamente il cessate il fuoco e l’inizio di un negoziato di pace.

Dalla Gabella di via Roma ha preso il via una fiaccolata per la pace poi conclusa davanti al Teatro Ariosto dove ha portato un saluto il Segretario della Camera del Lavoro, Cristian Sesena.

Nel pomeriggio, alla Camera del Lavoro si è tenuto anche un seminario di approfondimento dal titolo “Un anno di guerra è troppo. Impatti del ritorno della guerra in Europa”. Ad un anno dal ritorno della guerra in Europa il suo impatto ha investito non solo il popolo ucraino – che ne è tragicamente la prima vittima – ma tutta l’Europa, accelerando la crisi sistemica globale che ha effetti multipli e complessi sulla vita di tutti. Dall’escalation militare, e perfino nucleare, alle fonti energetiche, alla crisi climatica; dalla militarizzazione della cultura, dell’informazione e del linguaggio all’immaginario bellico nelle formazione delle giovani generazioni: la guerra ha sostituito l’orizzonte della pace da costruire con mezzi civili con quello della vittoria da conseguire con strumenti militari. Un salto di civiltà all’indietro.

(foto dalla pag. FB di CGIL Reggio Emilia)