Elly Schlein e Stefano Bonaccini

REGGIO EMILIA – Domenica 26 febbraio si voterà dalle 8 alle 20 per le primarie del Partito Democratico. Chi vincerà tra i due candidati Elly Schlein e Stefano Bonaccini prenderà il posto di Enrico Letta alla guida del partito.

I due sfidanti, Bonaccini e Schlein, propongono due proposte sotto certi aspetti molto simili, con l’obiettivo di garantire il cambiamento a partire dalla classe dirigente. Paola De Micheli, candidata esclusa, fa sapere che voterà Bonaccini; Cuperlo non si sbilancia. Bersani, attraverso un tweet rende noto che voterà Schlein. In Italia saranno oltre 5mila i seggi per votare, tra sedi Pd, gazebo, teatri, circoli Arci e scuole.

Per esprimere la propria preferenza, fatta eccezione per chi potrà votare anche online, ci si dovrà recare presso uno dei gazebo adibiti a seggio elettorale. Sul sito https://trovaseggio.primariepd2023.it è possibile consultare l’elenco dei gazebo

Possono votare presso i gazebo sul territorio anche i cittadini stranieri residenti in Italia, i minori dai 16 anni in su, i lavoratori e gli studenti fuori sede. Queste categorie devono pre-registrarsi sulla piattaforma inserendo la documentazione richiesta e selezionando il gazebo della zona in cui vive

Come si vota dall’estero? Le cittadine e i cittadini italiani domiciliati o residenti all’estero possono votare attraverso la piattaforma on line oppure, laddove presenti, presso i gazebo sul territorio di competenza.

Per votare on line devono caricare nell’apposito campo sul sito, all’atto della preregistrazione, uno o più documenti che attestino la cittadinanza e la residenza/domicilio. Gli stessi documenti devono essere esibiti presso i gazebo nel caso del voto in presenza.

Cosa serve per votare? Per esprimere il proprio voto occorre la tessera elettorale, il documento di identità e il versamento di 2 euro per chi non è iscritto al Partito Democratico.