CASTELNOVO SOTTO – Maltrattava e minacciava la madre pretendendo dei soldi. Responsabile un 30enne all’epoca dei fatti residente con la madre a Cavriago con diversi precedenti di polizia e condanne, che sottoposto agli arresti domiciliari presso l’abitazione dei genitori per espiare una condanna divenuta definitiva, a seguito di un diverbio nato con la madre, che si era rifiutata di dargli denaro non ha esitato ad aggredirla prima  verbalmente e poi fisicamente mettendole le mani al collo.

Solo l’intervento della sorella dell’uomo l’aveva fermato. I maltrattamenti sono accaduti tra luglio e agosto 2016 quando nell’ultimo più grave episodio del 20 agosto 2016, la sorella dell’uomo, assistendo all’ira violenta e aggressiva del fratello nei confronti della madre, aveva chiamato i carabinieri ed i sanitari del 118.

Carabinieri e i sanitari intervenuti avevano trovato la madre dell’uomo a terra e in evidente stato di shock che era stata trasportata al pronto soccorso di Montecchio Emilia per le cure del caso, mentre il 30enne era in forte stato di agitazione e dava in escandescenza tanto da dover richiedere l’intervento dei sanitari per calmarlo. Da successive indagini er aemerso che non era la prima volta che l’uomo aggrediva la madre.

Il Tribunale reggiano dopo l’iter processuale ha riconosciuto colpevole l’uomo condannandolo a 1 anno e 4 mesi per i reiterati maltrattamenti nei confronti della mamma che è finito agli arresti domiciliari.