NOVELLARA –  Negli anni 2013, 2014 e 2017 si è resa responsabile nelle province di Reggio Emilia, Modena e Pesaro dei reati di peculato, abuso d’ufficio, furto, e produzione e traffico illecito di sostanze stupefacenti venendo riconosciuta colpevole dai competenti Tribunali che l’hanno giudicata. Essendo divenute esecutive le condanne la donna, una 39enne, dovrà scontare una pena complessiva pari a 4 anni e 6 mesi di reclusione oltre al pagamento della multa di euro 2.900 e la pena accessoria dell’interdizione dai pubblici uffici per anni 2

Per questi motivi, l’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pesaro, nel cui comprensorio è divenuta esecutiva per ultima una delle tre condanne, ha emesso un provvedimento restrittivo di cumulo pene che è stato eseguito dai Carabinieri della Stazione di Novellara, nel cui comune la donna risiede. L’altra mattina i militari l’hanno tratta in arresto conducendola nel carcere di Reggio Emilia per l’espiazione della pena