REGGIO EMILIA – In data 24 aprile 2023 gli investigatori della Questura Reggiana, partendo dalle segnalazioni di alcuni cittadini e dai dati emersi dai servizi di controllo sul territorio, effettuati, in particolare, in area stazione, hanno individuato un presunto pusher nigeriano di 33 anni.

Gli investigatori, attraverso un discreto e accurato servizio di pedinamento del sospettato, hanno potuto notare, in Via Tenni, uno scambio tra il conducente di un’autovettura  ed il cittadino nigeriano.

Gli uomini della Squadra Mobile, quindi, ritenendo che fosse avvenuta una cessione di stupefacente hanno continuato a seguire il cittadino nigeriano mentre un altro equipaggio provvedeva al controllo del probabile acquirente; l’acquirente, identificato in una donna reggiana, al momento del controllo, ha consegnato immediatamente un involucro contenente un grammo e mezzo di cocaina.

Avuta conferma della cessione, gli uomini della questura hanno bloccato il cittadino nigeriano procedendo alla sua perquisizione personale e domiciliare. L’attività consentiva di rinvenire, sulla persona, 1.105 euro contanti e, nella abitazione, ubicata in zona Mirabello, ulteriori 2.910 euro assieme a 44,17 grammi lordi di cocaina; in particolare 35 grammi di stupefacente erano già confezionati e suddivisi in 27 dosi, del tutto simili a quella rinvenuta nella disponibilità dell’acquirente; un altro involucro, con 9 grammi di stupefacente, era stato occultato all’interno di un elettrodomestico.

L’uomo, già indagato nel 2021 per traffico di sostanze stupefacenti è stato arrestato in flagranza di reato di cessione di sostanza stupefacente e detenzione a fini di spaccio. Oggi verrà giudicato con rito per direttissima.