REGGIO EMILIA – Una pattuglia delle Volanti è intervenuta ieri pomeriggio alla caserma Zucchi chiamata da tre giovani che segnalavano di essere stati derubati da alcuni coetanei.

Ai tre, sotto la minaccia di un coltello, sono stati sottratti un cellulare, un bancomat e 5 euro.

Giunti sul posto gli operatori delle Volanti hanno raccolto la descrizione e attivato le ricerche, che poco dopo hanno dato esito positivo. Infatti, alle 15.30 circa, in Piazzale Marconi, è stato fermato e identificato uno dei tre giovani, corrispondente alla descrizione fornita dai ragazzi presso la caserma Zucchi. In seguito ai controlli, il 16enne con precedenti per reati contro il patrimonio, è risultato in possesso di un cellulare coincidente con quello che era stato sottratto poco prima, e un bancomat, da lui utilizzato poco prima, ricollegabile ad uno dei giovani della caserma Zucchi.

Il 16enne è stato accompagnato in Questura dove ha ricevuto una telefonata da parte di uno degli altri giovani presenti alla rapina: un 17enne con precedenti per reati contro il patrimonio, che è stato invitato a recarsi presso la Questura.

Gli operatori sono riusciti a ottenere anche il nome del terzo ragazzo coinvolto, e da ricerche in banca dati a risalire all’identità. Convocato anche il 15enne, senza precedenti, ha ammesso di essere coinvolto nella vicenda. 

Al termine dei necessari adempimenti i tre presunti rei sono stati deferiti in stato di libertà per l’ipotesi di reato di rapina aggravata in concorso.